epas4 efficienza prestazione ascolto successo

SMS o Whatsapp, e se la rete ci prende?

SMS o Whatsapp, e se la rete ci prende?

29 ott 2014

Partiamo da un dato di fatto.  Crolla l’uso degli sms, sopraffatti da Whatsapp & Co, ma i messaggi di testo restano uno strumento di ancora molto usato da aziende e PA e, soprattutto, nessuno li ignora: il 98% viene aperto e il 90% viene letto entro tre minuti dalla ricezione.

E nel mondo della comunicazione il messaggio che raggiunge la sua destinazione è importante. Certo poi dobbiamo capire quale è il rumore generato.

Ma soprattutto al di là dei dati, ufficiali, consolidati, in progress è evidente come la comunicazione su rete mostra progressioni incrementali elevate. E queste progressioni ci spingono a a valutare come il passaggio sia impetuoso, come se in un anno solo facessimo un salto temporale dalla preistoria ai tempi moderni.

Whatsapp e Facebook operano in un sostanziale regime di monopolio e questo porta con sè vantaggi e svantaggi: se la standardizzazione è un bene è vero che problemi di aseguattezza delle linee potrebbero causare “danni”.

Sicuramente un PRO è quello di non tenere sullo  smartphone migliaia di applicazioni, e cercare qualche contatto usi una certa app prima di spedire un messaggio.

Viceversa apro whatsapp, cerco il contatto e spedisco il messaggio, altro che SMS o Viber o Telegram.

Occorre però, al di là dell’adeguatezza della infrastruttura di rete, sta nel fatto che la dipendenza dalla rete, e dai servizi quali whatsapp, sta raggiungendo livelli impressionanti.

La schiavitù di essere immersi in scambi di informazioni in tempo reale multipli dovrebbe indurci ad una ulteriore riflessione su chi è che domina chi.

Insomma usare la rete, senza farsi prendere.

 

FacebookTwitterGoogle+LinkedInPrintFriendlyCondividi

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>